728 x 90

Castellana Rugby: U18 e U16 a Klagenfurt per gli United World Games

Castellana Rugby: U18 e U16 a Klagenfurt per gli United World Games

Under 16 e Under 18 @ United World Games
Bellissima esperienza per le U16 e U18 Castellana a Klagenfurt con la partecipazione agli United World Games.
13 specialità sportive, 40 nazioni partecipanti per circa 10.000 atleti.
Meraviglioso il colpo d’occhio al nostro arrivo, ad attenderci la cupola del grande stadio che sovrasta il centro sportivo.
Organizzazione a dir poco impeccabile, sia sotto il profilo sportivo che gestionale… dar da mangiare, dormire e lavarsi a 10.000 persone non credo sia una cosa banale da coordinare.
Condividere il “villaggio olimpico” con hockeisti tedeschi, piuttosto che cestisti cinesi, calciatori greci o… le tanto care pallavoliste statunitensi… è stata sicuramente un’occasione unica di integrazione.
Qualcuno dei nostri ragazzi ha avuto la fortuna di vivere dall’interno la cerimonia di apertura, in perfetto stile olimpico con tanto di accensione del braciere; è stato emozionante vederla dalle gradinate, figuriamoci dal prato dello stadio.
Tante poi le attività a corredo, dal tiro con l’arco alla paretina da free climbing, musica con dj e discoteche improvvisate.
Ma veniamo al gioco, perché in fin dei conti siamo andati agli UWG per questo.

Under 18
Partiamo alla grande, rifilando un sonoro 45 a 5 agli ungheresi del Vitézek, che ad onor del vero non erano una gran squadra.
Altra musica invece con i lituani del Šiauliai Sport Gymnasium (che vinceranno poi la medaglia d’oro): squadra atleticamente molto dotata e con preparazione specifica al rugby sevens.
Perdiamo 17 a 0, ma non abbiamo sicuramente dato vita facile agli avversari tant’è che usciamo dalla lotta con due infortuni: non ci voleva, soprattutto con i numeri contati che avevamo.
Paghiamo infatti queste due assenze anche nella partita successiva con la selezione A della Repubblica Ceca, uscendo sconfitti per 21 a 12. Forti sì, ma con squadra al completo ce la saremmo sicuramente giocata in modo diverso.
Chiudiamo quindi terzi nel girone e giochiamo per il 5° – 6° posto in un derby italiano con i piemontesi del Collegno, squadra giovane e poco esperta che battiamo 39 a 0.

Under 16
Ci profilano un girone difficile con gli austriaci del Vienna Celtic, gli sloveni del Ljubljana ed i cechi del Ričany. Ma con i nostri ragazzi non ce n’è per nessuno! Con formazioni diverse (e non potendo fare cambi se non a fine primo tempo… per una regola assurda messa dagli organizzatori) liquidiamo tutte e tre le avversarie rispettivamente 19 a 5, 26 a 7 e 33 a 17.
La regola dei cambi ha messo in crisi non poco il nostro coach che, avendo un’ampia rosa a disposizione, ha dovuto sempre operare scelte al momento, in base anche allo stato degli atleti.
Passiamo quindi alle semifinali come primi del nostro girone e incontriamo la seconda dall’altro, la selezione austriaca degli Young Ibexes.
Partita tosta, che vinciamo però  25 a 0 grazie ad una forte pressione portata agli avversari, senza lasciargli tempo di pensare.
Siamo in finale, una medaglia al collo ce l’abbiamo di sicuro… si tratta solo di vedere di quale metallo! Ci aspettano i lituani del Šiauliai Sport Gymnasium, vincitori dall’altro girone.
I ragazzi sentivano la finale, già dalla colazione si notava la tensione… poche battute, poche parole.
Sarà stata forse la troppa tensione, ma abbiamo sbagliato completamente la partita: sembrava una squadra totalmente  diversa da quella vista fino alle semifinali.
Due mete nei primi 3 minuti ci tagliano le gambe, tentiamo una reazione andando a segno, ma poi gli avversari allungano (complice anche la stanchezza… maledetti cambi) chiudendo 31 a 10.
Portiamo a casa comunque una stupenda medaglia d’argento, meritatamente conquistata.
Nicola B.

Fonte: Castellana Rugby

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Cancella risposta