728 x 90

Domenica maledetta per il Giorgione Calcio con il Real Martellago

Domenica maledetta per il Giorgione Calcio con il Real Martellago

Un primo tempo maledetto condanna il Giorgione ad una sconfitta senza appello che porta momentaneamente la formazione castellana nella bassa classifica in zona play-out.
Domenica uggiosa e fresca con la pioggia a tratti anche copiosa che ha fatto compagnia ai rossostellati per tutti i 90 minuti di gioco, davanti c’era il Real Martellago formazione alla portata, ma che domenica ha avuto quella marcia in più che gli ha permesso di sbancare il comunale con un poker.

Avvio sotto i migliori auspici per il Giorgione, da subito pericoloso con Podgorica che al secondo minuto di gioco è bravo dagli sviluppi di un calcio d’angolo a calciare in rete, ma Pezzato riesce a salvarsi. Portiere avversario costretto agli straordinari appena due minuti dopo, cross da fondo campo di Cecchin velo di Cendron e palla in area ancora per Podgorica che di prima intenzione calcia sul palo destro, Pizzato si distende in tuffo e riesce ad intercettare.
Per vedere il Real Martellago bisogna attendere il 10° minuto di gioco con Bidogia che calcia dal limite dell’area un gran destro che Bevilacqua devia in calcio d’angolo. Proprio dagli sviluppi di questo arriva appena un minuto dopo il gol del vantaggio del Real, con Tacchi che dopo un batti e ribatti in area di piatto trafigge Bevilacqua.
Il Giorgione prova a reagire ma ad ammutolire il Comunale ci pensa al quindicesimo Bidogia che inspiegabilmente libero dal limite dell’area calcia di precisione a fil di palo siglando il due a zero.
Il Giorgione accusa il colpo, attimi concitanti dove il Real Martellago (forte di un risultato non proprio previsto) pressa, al diciassettesimo errore in disimpegno di Behiratche bravo Manetti a rubare la palla al difensore rosso stellato e a involarsi in area e a trafiggere un incolpevole Bevilacqua, tre a zero.
Con la partita ormai compromessa il Giorgione prova a reagire, grandissima occasione al venticinquesimo per Paganin che dopo un errore di Pizzato in uscita si ritrova al limite dell’area di rigore con il portiere a terra e la porta praticamente libera, purtroppo calcia in malo modo mandando il pallone alto.
Gol sbagliato gol subito, e al 25° il Real Martellago sigla il Poker ancora con Bidogia che al termine di una serie di rimpalli in area trova il varco giusto e sigla il 4 a 0.
Finale di primo tempo con l’ultimo sussulto d’orgoglio per i padroni di casa, con grande tiro di destro di Cendron, ma ancora una volta Pezzato dice no.

Avvio del secondo tempo con gli ospiti che si limitano a gestire e il Giorgione che prova ad accorciare.
Nei primi minuti della ripresa altra occasione per i locali, Gerotto s’infila in area dalla sinistra dove serve Podgorica che calcia in porta dall’altezza del dischetto di rigore, ancora una volta bravo Pezzato ad opporsi.
Finalmente all’undicesimo della ripresa arriva quello che poi sarà il gol della bandiera siglato al termine di un’azione corale da Paganin.
Inizia il walzer dei cambi, ben 5 quelli effettuati dal Mister del Giorgione, che prova a dare velocità alla squadra inserendo Harouf (che tanto aveva impressionato contro il Vittorio Veneto) e Velardi più Battagliarin e Favaro.
Si corre tanto in un campo ormai devastato dalla pioggia e dal fango, ma il risultato non cambia, si attende con ansia il triplice fischio dell’arbitro che mette anzitempo fine ad una partita che il Giorgione si è trasformata in un autentico calvario.

A differenza del risultato quasi Bulgaro e il giusto merito che va dato agli avversari, sembra strano a dirsi… ma il Giorgione in alcuni tratti ha espresso anche un buon calcio nettamente superiore a quello dei Giallo-Blu del Real, restano però tante lacune che ancora una volta appaiono difficili da colmare, troppi errori nei disimpegni e poca lucidità in attacco. Il Giorgione è una squadra giovane che forse dopo il rimaneggio di metà campionato ha ancora un bisogno di tempo per ritrovare una propria identità, tempo che purtroppo la classifica e il campionato non possono concedere.

Fonte: www.giorgionecalcio.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Cancella risposta