728 x 90

Un weekend di forza per le Castellane del Softball

Un weekend di forza per le Castellane del Softball

Weekend da bollino rosso per la squadra Metalco Thunders, che sabato e domenica scorsa si è vista dover affrontare l’impossibile per disputare 4 gare in un weekend tra Nuoro e Saronno.
La trasferta delle castellane è iniziata sabato mattina alle 4, direzione Nuoro dove alle 17 la squadra ha affrontato in un doppio incontro le padrone di casa Sarde.
Le ragazze del coach Avanzi, pur essendo molto provate dal viaggio, hanno messo in campo tutto quello che avevano per poter ribaltare la classifica che le vede tra gli ultimi posti del girone, a causa di una preseason e parte del campionato segnati da intoppi tecnici.

Gara uno inizia alla pari ed è più che altro una lotta tra lanciatori, con qualche valida che però non porta punti. Si deve arrivare al quarto inning per vedere muovere il risultato: grazie a un fuoricampo di Tarango, le Metalco segnano il loro primo punto, tenendo a zero l’avversario. Il quinto inning mantiene il risultato invariato sull’1 a 0 per le Thunders.
Al sesto inning, favorite anche da un cambio in pedana di lancio sarda, le Metalco aprono le danze e scatenano le mazze portando a casa ben 4 punti con un grand slam di Noemi Giacometti. Grazie all’ottimo lavoro in pedana castellana della pitcher Usa Cheyanne Tarango, che per 5 riprese non prende punti né valide, e della veterana Alessandra Accordi che fa un’ottima gara, il Nuoro non riesce a segnare e si va al settimo e ultimo big inning per Metalco, che mette a segno ben 8 punti vincendo per manifesta superiorità (13-0). La giocata più bella è stata sicuramente quella di Martina Sbrissa, che con una presa in tuffo ferma una palla difficilissima per poi assistere Fuenmayor per l’out in seconda.

Gara due non è per niente facile per entrambe le squadre. Il Nuoro mette in pedana di lancio una Pitcher Olandese che non dà spazio alle castellane. Stessa cosa però per l’attacco sardo, che deve ancora fare i conti con una Alessandra Accordi eccellente per 5 riprese, con zero punti subiti e una sola valida, e una Tarango che chiude bene 3 inning, anche se subisce 2 valide e un punto che fa tremare le Thunders. La gara è l’esempio di un gran bel softball, con difese attente e grande grinta in campo senza mai mollare. Il pubblico è tenuto con il fiato sospeso, e pur avendo messo in base molte volte corridori, le squadre devono arrivare agli extra inning per muovere il risultato.
Inizia cosi l’ottavo inning e la grande Sara Avanzi, catcher “unico” delle Metalco, mette la palla oltre il diamante e spinge a casa il primo punto, per dare poi spazio a Teresa Cernecca, che con un doppio misto manda a casa Avanzi per il secondo punto che porterà sul 2-0 le castellane. Il Nuoro non demorde e riempie le basi, ma sarà solo un punto ad entrare lasciando quindi la vittoria alle Metalco, che lasceranno il campo di Nuoro con due importantissime vittorie.

La domenica altra alzataccia. Neanche il tempo per pensare alle vittorie e si vola verso Saronno, dove le castellane questa volta arrivano veramente provate e per niente riposate, rendendo per forza di cose le gare non alla pari.
Si inizia gara uno alle 17 per dare un po’ di respiro alle Metalco, ma subito si notano delle difficoltà in pedana castellana. Nel secondo inning arrivano i primi 2 punti del Saronno. Il coach Avanzi fa un grande lavoro di rotazione dei lanciatori per poter tener a bada le mazze avversarie, ma non basta perché l’attacco castellano pur sfondando più di qualche volta e mettendo giocatori in base, non riesce a realizzare, e quando ci sono le possibilità reali il Saronno piazza in pedana Nicolini e nulla poi accade. Al quarto inning, grazie anche a qualche errore castellano più che giustificato, entrano altri 2 punti e il Saronno condurrà per 4 a 0. Al quinto inning su un lanciatore un po’ più facile, le castellane danno uno spiraglio di speranza e segnano 2 punti, ma poi ancora una volta si debbono accontentare.

Una gara che ha messo in grande risalto l’interbase venezuelana Denisse Fuenmayor, che oltre ad aver fatto delle belle valide ha girato un doppio gioco assieme all’americana Tarango (prima base) da professional USA. Pur avendo le Thunders messo in campo anche l’ultimo fiato e dimostrato di avere dei talenti come Teresa Cernecca, che ha chiuso la gara in pedana di lancio con un’ottima prestazione, le castellane devono accettare una sconfitta che le vede perdere per 4 a 2 con la squadra Lombarda.

Se in gara uno per le castellane era impossibile essere fisicamente capaci e concentrate, in gara due tutto quello che le Thunders hanno messo in campo è stato un regalo di una squadra che è andata oltre i limiti solo per passione di questo sport, e infatti subito al primo attacco le Thunders portano a casa un punto lasciando poi per due inning le lombarde a bocca asciutta. Ma la stanchezza si fa sentire, e il manager Avanzi assistito da Ongarato ha ormai ruotato tutti i lanciatori, inclusa Carlotta Salis che in queste gare ha ritrovato la grande voglia di lanciare e lo ha fatto molto bene. Ma la gara prende una brutta piega, le Metalco mollano, non ci sono più e le avversarie invece hanno ancora una grande grinta, e portano la loro squadra ad una vittoria pesante che le vede chiudere sul 9 a 2.

Ora le Metalco Thunders devono giocarsi tutto nelle gare in casa di sabato e domenica prossimi, dove sicuramente riporteranno in campo un grande softball.

Fonte: Thunders & Dragons ASD Castellana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Cancella risposta