728 x 90

Filippo Crema vince il 10° Trofeo Master al Golf Club Cà Amata

Filippo Crema vince il 10° Trofeo Master al Golf Club Cà Amata

È stato Filippo Crema ad indossare la green jacket, confezionata nello stesso stile di quella assegnata al vincitore dell’Augusta Master in Georgia, l’altro ieri sera durante le premiazioni del 10° Trofeo Master che si è disputato sabato 8 e domenica 9/4 al golf club Ca’ Amata. Con un totale di 146 colpi lordi sulla distanza delle 36 buche, (75,71) il giovane Crema (hcp 5), ha vinto la due giorni di una gara diventata un “must” per il circolo, attirando 150 iscritti di cui ben una trentina da fuori club, con una lunga lista d’attesa. Già socio ad Asiago, da quest’anno Crema è tesserato del Ca’ Amata.

Il suo nome sarà iscritto nel tabellone del circolo, così come quello dei vincitori delle tre categorie. Primo netto nella prima categoria si è classificato il presidente del Ca’ Amata Diego Carron, (142), che ha dedicato la vittoria alla moglie Monica, davanti a Franco Cinel che è arrivato secondo e ad Alberto Giampà al terzo posto. Nella seconda categoria ha vinto la giovane Chiara Guglielmin, giovane promessa del junior Team del Ca’ Amata (137), che ha vinto il Master anche lo scorso anno. Secondo Alessandro Bin, terzo Dino Munaretto. La terza categoria, che ha giocato con formula Stableford anziché Medal, ha visto primeggiare Edoardo Bonaguro, new entry del Ca’ Amata che dallo scorso anno gioca nella squadra dei giovani e che a soli 10 anni ha portato a casa un gran punteggio di 81 punti (Stableford). Medaglia di bronzo per il giovanissimo Giulio Caminiti, terzo posto netto per Romeo Rossl.

Tra i premi speciali il primo junior, conquistato da Antony Brion (69 punti) e ritirato dal fratello Nycola Brion. La più precisa nel “nearest to the pin” alla buca 13 è stata Arianna Carron che con un colpo di swing si è avvicinata alla bandiera di 1,08 m. Prima lady Margherita Ruo (73 punti), primo senior il nuovo socio Antonino Ursino con 72 punti stableford. Infine, ad accaparrarsi il prestigioso premio Cuore Cup nella gara che ha abbinato il punteggio stableford con la gara di tiro a bersaglio, è stato Marino Bergamin, con un totale di 147 punti.

Il più forte della scorsa edizione, Giovanni Bellio, quest’anno non ha potuto partecipare perché impegnato con gli esami universitari: “Dopo le premiazioni l’anno scorso sono andato a dormire con la green jacket”, ha detto Bellio, vestendo la mitica giacca verde. È stata una “due giorni di sole mai visti prima, con un campo preparato alla perfezione grazie alla professionalità del green keeper” , ha detto Adriano Bianco, sponsor del Trofeo da 10 anni insieme al socio Gianni Favretto, entrambi iscritti al Ca’ Amata dal 2005. “Grazie al Ca’ Amata, ad Egidio Fior, al gran lavoro della segreteria, ai tantissimi partecipanti”, ha aggiunto Favretto. Sponsorizzato dall’azienda Master, che ha fatto degustare gli gnocchi “Mamma Emma” durante le due giornate di gara fino alla cena offerta a tutti gli iscritti domenica sera, il Trofeo Master è stato un immancabile appuntamento di sport, amicizia e aggregazione.

Fonte: Golf Club Cà Amata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Cancella risposta