728 x 90

Football americano: i Castelfranco Cavaliers “matano” i Mad Bulls

Football americano: i Castelfranco Cavaliers “matano” i Mad Bulls

Primo incontro interdivisionale delicato per i Castelfranco Cavaliers, perché contro un’avversaria inedita come gli A.S.D. Mad Bulls American Football Team BT, ma soprattutto perché i primi caldi primaverili portano ad un maggiore sforzo fisico e la prestazione sportiva può risentirne.
La partita inizia con l’attacco dei Cavaliers, in tenuta rossa casalinga, che non sembra avere problemi a muovere la catena, grazie alle corse del RB Simioni, protagonista nella prima parte di gara, che sfrutta molto bene i corridoi creati dalla OL castellana, e ai lanci precisi del QB Andrea Zambon, che trova ripetutamente i suoi ricevitori. Simioni è inarrestabile nell’azione del primo touchdown, con una corsa centrale di 30 yard ad aprire le marcature. Cavaliers 6-0 Mad Bulls (extra point no good).

La difesa di Castelfranco è più aggressiva che mai, mette pressione al QB di Barletta che si affretta a liberarsi del pallone che però viene intercettato da Luca Tiatto.
L’attacco di coach Samoa vede il toro ferito e sfrutta l’asse A. Zambon per due lunghe ricezioni di un immarcabile Molinari che porta il punteggio sul 12-0 (extra point no good).

Il secondo quarto inizia con i barlettani che provano a riscuotersi e trovano l’episodio a favore con un lancio lungo che punisce una difesa disattenta. Cavaliers 12–6 Mad Bulls (extra point no good).
L’attacco dei Cavaliers muove la catena con Simioni che però si infortuna e finisce anzitempo la partita. Le ricezioni di Mattia Zambon e di Pettenon, che varca l’end zone, regalano altri 6 punti ai padroni di casa. Cavaliers 19–6 Mad Bulls.
Tori pazzi di nuovo alla riscossa con un altro lancio lungo che sorprende la secondaria castellana. Cavaliers 19–12 Mad Bulls.

Castelfranco però sembra galvanizzata e percorre il campo velocemente con le ricezioni di Mazzonetto e Molinari e una bella corsa del RB Marcolin che subisce anche lui un infortunio.
Non resta che lanciare e Andrea Zambon pesca il fratello Mattia Zambon che porta altri 6 punti sul tabellone. Cavaliers 25–12 Mad Bulls.
Le furie rosse della difesa castellana tengono duro e un altro intercetto di Luca Tiatto riporta il possesso ai padroni di casa.
Senza più RB a disposizione l’attacco dei Cavaliers si affida al gioco aereo ma Barletta riconquista palla con un intercetto.
Difesa Cavaliers che regge bene e costringe al punt gli ospiti.

Inizia la ripresa con l’ovale in possesso dei Mad Bulls che non vanno oltre al 3 and out.
È il momento di attaccare alla giugulare della partita e con una buona corsa di May l’offense castellana si porta in red zone dove Pettenon si trasforma in Matador e mette la parola fine alla corrida. Cavaliers 31–12 Mad Bulls (extra point no good).
Mad Bulls tramortiti, che riescono a muovere palla solo grazie a una serie di falli commessi dalla difence di casa.
Inizia una fase di dominio delle difese con l’attacco di Castelfranco che amministra il tempo sul cronometro e la difesa che porta altri due intercetti, uno di De Caro che bloccherà anche un punt, e uno di Luca Tiatto, al suo terzo intercetto della gara.
Mad Bulls che non mollano e cercano di salvare l’orgoglio, aiutati da numerose pass interference dei padroni di casa, e portano il punteggio al 31–18 finale.

Ottima la prova dei ragazzi di coach Bernardi che come sono riusciti ad imporre il proprio gioco fin dalla prima azione. Come dei Matador hanno mantenuto il controllo per tutta la gara, dando spettacolo, subendo qualche attacco dei tori pazzi, ma arrivando alla letale sentenza.
La difesa ha giocato un’ottima partita, con grandi prove individuali e corali, ma segnata negativamente da delle disattenzioni che hanno concesso punti facili ai Mad Bulls. Le numerose flag a proprio svantaggio sono un campanello d’allarme su un pericoloso calo di concentrazione.
Buonissima la prestazione dell’attacco, che nel finale paga un po’ l’assenza di cambi dopo i numerosi infortuni.
Siamo al giro di boa, è importante recuperare gli infortunati e gli acciaccati per arrivare in forma allo sprint finale con obiettivo playoff.

Fonte: Castelfranco Cavaliers American football team

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Cancella risposta