728 x 90

Successo agonistico e di valori solidali della Grande Boxe di Santo Stefano

Successo agonistico e di valori solidali della Grande Boxe di Santo Stefano

Il pugilato si è confermato “noble art” per eccellenza e sport di veri valori e ideali solidali nel classico appuntamento con la “Grande Boxe di Santo Stefano”, 4° “Memorial Marcel Pobwe” intitolato al compianto Maestro della società organizzatrice “Union Boxe Ring Castelfranco Veneto”, svoltasi con il patrocinio municipale al centrale Palasport martedì 26 dicembre 2017 riscuotendo un brillante successo agonistico e di pubblico.

Un emozionante momento è stato infatti quando, poco dopo l’inizio, l’ospite d’onore Bepi Ros è entrato al palazzetto, lo storico “fungo” sede di tante manifestazioni e in cui lo stesso Ros ha combattuto, con gli spettatori in piedi ad applaudire e destando forte commozione e profondi sentimenti dell’animo verso lo sfortunato campione, a cui quest’anno il presidente e maestro pugilistico godigese Gino Santi ha voluto donare un tributo di sostegno, oltre agli importanti incontri maschili-femminile in cartellone, nella difficile lotta che vede impegnato Bepi Ros, “la roccia del Piave”, ex-azzurro e campione dei Pesi Massimi, Medaglia di Bronzo alle Olimpiadi di Tokyo del 1964, Campione Italiano, sfidante europeo, grande e popolare protagonista degli anni 60/70, purtroppo bloccato dalla malattia.

Con l’interessamento dello speaker Mario Braido, una Ambulanza della Croce Rossa è partita da Susegana giungendo a Castelfranco Veneto e, con la collaborazione anche della locale Associazione Nazionale Carabinieri in servizio alla manifestazione e dei Volontari CRI, trasportato a bordo-ring, estendendo anche un breve e toccante saluto con a fianco le due figlie.

Si sono susseguiti gli interessanti quattro incontri di boxe giovanile e olimpica fino ai due spettacolari match-clou: nei Superleggeri Femminile (69 kg) la titolata trevigiana Silvia Bortot (Verona Fighters) ha vinto sulla serba Sandra Zekic con un formidabile colpo alla quinta delle sei riprese, mentre nella avvincente sfida dei professionisti Superpiuma Mattia Musacchi (Duran Ferrara) ha superato ai punti Pio Nettuno (anche al tappeto, ma concludendo le ottime sei riprese).

Prima dei due combattimenti si è svolto nel “parterre” l’intenso cerimoniale di omaggio a Bepi Ros e la consegna di una speciale targa-ricordo da parte del Presidente Union Boxe Ring Gino Santi con gli “sportivissimi” Vicesindaco di Castelfranco Veneto Gianfranco Giovine e assessore allo sport Gianluca Didonè (a loro volta omaggiati di un pregiato riconoscimento dalla Union Boxe Ring), il veneziano Campione Olimpico dei Pesi Massimi Roma 60 Francesco De Piccoli, gli ex-iridati Massimiliano e Alessandro Duran (figli del compianto campione Juan Carlos Duran), gli storici maestri Gordini e Buffo, l’organizzatore Zoggia, Luigino Cazzagon, vari ospiti e dirigenti.
Tra questi il cittadellese Pierluigi Basso, premiato quale dirigente-orgnizzatore sportivo, dal presidente Santi e dall’assessore Didonè con il cofanetto di cristallo della Union Boxe Ring per la pluriennale attività anche nella boxe e la collaborazione mediatica all’evento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Cancella risposta