728 x 90

Trionfo Futsal Giorgione nelle Final Eight di Coppa Italia di C1

Trionfo Futsal Giorgione nelle Final Eight di Coppa Italia di C1

Finisce con il trionfo del Giorgione la Final Eight veneta andata in scena al PalaSind e al PalaDue di Bassano del Grappa.

Davanti a quasi mille spettatori, la squadra di Robson Marani si è ripetuta: poche settimane fa, a Verona, infliggeva un clamoroso 8-1 all’Hellas riaprendo la corsa al primato nel campionato di C1 attualmente capeggiato dalla squadra passata alle dipendenze di Lucio Solazzi. E stasera ha concesso il bis, battendo con un netto 5-1 la formazione veronese, con il canonico importante contributo di quel Leonardo Brunelli che con la tripletta in finale ha chiuso a quota nove centri.

Insomma, una vittoria netta su un Hellas che nonostante abbia giocato prevalentemente in attacco, ha trovato poche volte il modo di impensierire Dudù: e per il Giorgione adesso si apre la corsa alla coccarda tricolore.

PRIMO TEMPO – La partenza è di quelle importanti, da quando l’Hellas tocca il primo pallone si capisce che la posta in palio è davvero alta. Dopo 20’ Buonanno sembra aver indovinato il pertugio giusto ma Da Silva esce di piede anticipando il capitano scaligero riavviando l’azione, palla a Duda sulla sinistra, il quale la fa passare tra le gambe di un avversario facendola pervenire a Scarparo per l’1-0. Palla al centro e l’Hellas prova subito a pareggiare, però è ancora il Giorgione a colpire prima del 2’ con un contropiede di Cerantola che costringe Buonanno a trafiggere Fumarola nel disperato tentativo di anticipare Brunelli appostato nei pressi della linea bianca.

Ancora pericolosissimi i castellani i quali sfiorano addirittura la terza rete dopo un piazzato di Brunelli fuori di pochissimo. Primo acuto veronese con il palo esterno centrato da Gastaldello in seguito ad uno schema su punizione. Il neoacquisto dell’Hellas perde poi un brutto pallone su pressione di Brunelli: il numero 10 incrocia troppo il sinistro una volta giunto di fronte a Fumarola. Al 10’ antipasto del gol gialloblu con la giocata sullo stretto di Ortega finita sull’esterno della rete, poi è appunto Dal Corso a servire un pallone solamente da spingere in rete a Gumeniuk su una veloce ripartenza.

Il Giorgione comunque non cala il ritmo e Brunelli sfrutta al meglio la sponda di Scarparo per trafiggere Fumarola dal limite dell’area (13’). Gastaldello poco dopo incespica sotto la porta trevigiana e permettendo a Becegato di recuperare sulla linea; il salvataggio in extremis viene replicato dall’altra parte da Dal Corso che spazza un delizioso lob di Brunelli. La furia biancorossa non accenna a placarsi e Brunelli sigla la quarta rete (decima personale nel torneo) finalizzando al meglio un servizio dal fondo di Duda.

Negli ultimi minuti ancora un paio di buone occasioni capitate sui piedi di Scarparo e Duda ma il risultato non cambia.

SECONDO TEMPO – Hellas Verona inizia la ripresa con altro piglio e al 2’ Da Silva è prodigioso su di un potente rasoterra di Donin da fuori area. Gli scaligeri stazionano stabilmente nella metà campo avversaria, mentre il Giorgione presta maggiore attenzione alla fase difensiva concedendosi qualche ripartenza. In una di queste Cerantola se ne va in bello stile sulla sinistra, supera Matheus in uscita nei pressi della linea di fondo e serve Brunelli che di coscia appoggia in rete.

Nel corso del sesto minuto il talento di Robson tenta di sorprendere sorprendere Matheus dalla propria trequarti mancando di poco il bersaglio. Si concede poi una sortita offensiva anche Da Silva conclusa con un tiro a lato. Poco dopo Romanato lascia il campo a causa di un duro intervento di Dal Corso punito con il cartellino giallo. Il Giorgione a questo punto gioca sul velluto, mentre i giocatori dell’Hellas palesano segnali di nervosismo: al 9’ Buonanno viene espulso per doppia ammonizione.

I castellani in superiorità numerica rischiano di subire la seconda rete da parte di Donin e, soprattutto, da Gastaldello, il quale colpisce il palo alla sinistra di Da Silva dopo una bella azione personale. Altro montante centrato sempre dal numero 8 di origine padovana (il quarto personale tra semifinale e finale) che certifica la brutta serata gialloblu. Al 14’ Cerantola spedisce fuori col mancino a tu per tu con Fumarola, mentre Gastaldello stavolta trova le mani di Da Silva a respingere la sua conclusione.

Il portiere biancorosso è provvidenziale poco dopo anche sui tentativi di Carone e Ortega. Si rinnova il duello Cerantola-Fumarola e ad avere la meglio è ancora l’estremo veronese, il quale poi viene saltato da Becegato ma Carone salva. L’Hellas ha il merito di continuare a provarci ma il cronometro è impietoso: il Futsal Giorgione scrive il proprio nome nell’albo d’oro della manifestazione e sarà protagonista delle fasi nazionali.

HELLAS VERONA-FUTSAL GIORGIONE 1-5 (pt 1-4)
HELLAS VERONA: Fumarola, Cecchini, Dal Corso, Gastaldello, Donin, Ortega, Carcereri, Carone, Buonanno, Matheus, Pizarro, Gumeniuk. All. Solazzi
FUTSAL GIORGIONE: Brunelli, Duda, Cesari, De Mello, Bernardi, Scarparo, Milani, Fiorese, Becegato, Da Silva, romanato, Cerantola. All. Marani
ARBITRI: Ciriotto di Treviso e Pesce di Mestre. Crono: Guadagni di Castelfranco Veneto
MARCATORI: pt 0’28” Scarparo (FG), 1’49” autorete di Buonanno (HV), 11’05” Gumeniuk (HV), 13’38” e 17’27” Brunelli (FG), st 4’42” Brunelli (FG)
NOTE: ammoniti Ortega (HV), Buonanno (HV), Gastaldello (HV), Dal Corso (HV), Fumarola (HV), Duda (FG). Espulso al 9’07” st Buonanno (HV) per somma di ammonizioni

Fonte: www.calcioa5anteprima.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Cancella risposta