728 x 90

Vajo e Hindukush che passione tra alpinismo e aiuto umanitario

Vajo e Hindukush che passione tra alpinismo e aiuto umanitario

Quinto appuntamento de LA VOCE DEI MONTI, XVIII EDIZIONE DI PROIEZIONE DI IMMAGINI 2015 organizzati dall’associazione Culturale Le Tracce e dalla Sezione CAI di Castelfranco Veneto: Venerdì 4 dicembre 2015, “Vajo e Hindukush che passione tra alpinismo e aiuto umanitario”, immagini e filmati di Tarcisio Bellò, presso il CENTRO DON ERNESTO BORDIGNON in Via Bassano, 16 a Castelfranco Veneto (TV). Ingresso libero – Inizio proiezioni ore 20.45.

Descrizione della serata:
La serata prevede la proiezione delle splendide immagini di ascensioni di vaji e di canaloni nevosi delle Piccole Dolomiti, Pasubio e Carena realizzate da Tarcisio e i suoi amici Cesare Cunico e Julen Mariotto. La scoperta di un nuovo mondo e un nuovo modo di fare montagna, un mondo ai più ancora tutto da scoprire. Fra alpinismo classico e moderno ci sono centinaia di possibilità di ascensione dal facile all’estremo che verranno illustrate. Dopo le scalate agli ottomila Everest e Dhaulagiri, e numerose montagne di seimila metri, la passione per l’Hindukush ha dato vita a un’altra idea. L’obiettivo è costruire una struttura a ricordo delle giovane scalatrice vicentina e consegnare una chiave utile per far crescere economicamente un’area, un’intera vallata, puntando su turismo, trekking e alpinismo. Nel 2009 a Ghotolti, a 2600 metri di quota in valle Ishkoman nel distretto di Gakuch a nord di Gilgit, era stata programmata la costruzione dell’acquedotto pubblico, ma il 18 luglio durante il trasferimento giunse la tragica notizia che Cristina Castagna era fatalmente caduta dalla cima del Broad Peak. Terminati i lavori e scalate varie montagne, tra cui una cima di 5311 m battezzata Cristina Castagna peak, venne spontaneo promettere la costruzione nello stesso luogo di un rifugio dedicato a Lei.
Ottenuta l’approvazione sia della famiglia che delle sezioni locali del CAI, è iniziata la raccolta fondi. Dopo due spedizioni nel 2013 e 2014 organizzate per definire meglio gli accordi si procede con i programmi escursionistici-alpinistici e la pianificazione del progetto. Nell’estate 2015 è prevista la posa di un ponte metallico e un po’ alla volta idee e sogni diventano realtà…

Autore:
Tarcisio Bellò è di Quinto Vicentino (VI), socio del CAI di Marostica è uno degli alpinisti vicentini di spicco. La sua passione per la montagna ha molteplici risvolti, fra questi l’esplorazione e le scalate sulle montagne di casa come quelle sull’Hindukush portate avanti assieme al progetto di aiuto umanitario del rifugio Cristina Castagna. Un’intensa attività che coinvolge molti amici e appassionati. Al suo attivo Tarcisio ha molte scalate su roccia e misto: Costantini Apollonio Tofana di Rosez; Cozzolino Cima Scotoni, Bonatti Gran Capucin, Gervasutti Pic Adolphe Rey, Cresta Innominata Bianco, Cresta Signal Rosa, Reali Catinaccio, Diedro Mayerl Sass Dla Crusc, Diedro Armani Croz Altissimo, Egger e Comici in Lavaredo, Via del Drago Scotoni Nord. Invernali come l’Agner Spigolo Nord, Eiger Via Lauper, Torre Venezia Via della Libertà. Diverse le salite anche sulle pareti Nord: Gran Pilastro, Presanella, Gran Paradiso, Ortles, Gran Zebrù, Trafoi, Vertana, Linceul in Gran Jorasses, Liskamm Or., Adamello, Bernina, Roseg, Palù (Zippert, Kuffner, Bumiller), Eiger via Lauper e via Heckmair fino alla Traversata degli Dei. Notevole la sua attività extraeuropea: Perù Cordillera Blanca: Alpamayo m 5.947 (via Ferrari in solitaria), Nevado Copa m 6.188 parete sud-ovest (via nuova Forza Perù TD), Cresta NE Huascaran Norte (ED) tentativo interrotto a 6.000 m dopo 5 gg di scalata in solitaria, Chopicalqui m 6.354 per via nuova Cresta Norte. Nepal: Dhaulagiri m 8.167, Hindukush – Hindu Raji: Nikolajewka Peak m 5.935, Cima Marostica m 6.107, Cima Italia m 6.189, Everest m 8850 – Cresta Nord (Versante tibetano), K2: Sperone Abruzzi raggiunta quota 8.000 (26 luglio); Pakistan, Hindukush – Hindu Raji: Karka m 6.222, via nuova su Haiz Peak m 6105, solitaria, del Picco Cristina Castagna m 5311 e Cima Veneto m 5701. Ha pubblicato “Vajo che Passione – Alpinismo invernale in Piccole Dolomiti” , “Alta Via dell’Alpi Vicentine – Storie di confine“, “Percorsi invernali vol. 1 Sengio Alto Pasubio, vol 2 Zevola Tre Croci Plische Carega” …300 itinerari di ciaspole, scialpinismo e scalate sulle Alpi Venete occidentali.

Fonte: CAI Castelfranco Veneto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono segnati con *

Cancella risposta